I tatuaggi sono arte che imprimono l’inchiostro su di una tela che è la nostra pelle.
Diveniamo le tele umane dei nostri pensieri.

L’arte del tatuaggio è espressione e condivisione di pensieri, attimi…emozioni….momenti di vita che, nel bene o nel male, hanno segnato nel corpo e nell’anima, come le opere di Sara Zamperlin che indagano nel profondo l’inconscio, i traumi e le paure per colpire e imprimersi nella mente di chi guarda, o i volti distorti di Frank Cianuro che rappresentano ognuno di noi con una “bruttezza” pura ma vera, che ci rappresenta sotto la luce della disillusione estetica.

Sara Zamperlin

“Sono convinta che ogni persona possieda nella propria unicità tratti distintivi che appaiono come vere e proprie impronte digitali: ciò che esiste di più bello non alberga nell’esteriorità delle cose, ma nel coraggio di saperle vivere nel profondo”

Frank Cianuro

“La genesi delle sue opere: il bisogno di dare voce a tutte quelle anime relegate e dominate dalle proprie paure.”

Gonzaga Tattoo Convention
10, 11, 12 Gennaio 2020